Teatro dei Venti - MODENA

Follow Us on

“Abitare utopie”, inizia il progetto a Gombola

“Abitare utopie”, inizia il progetto a Gombola

Nel mese di gennaio si avvia la gestione dell’Ostello Podesteria di Gombola (Polinago, MO) e iniziamo la realizzazione di un progetto artistico-culturale nell’Appennino modenese.
Parte così l’ideazione di un centro artistico-culturale aperto alla ricerca e alla riflessione, alle sperimentazioni e alla produzione artistica. Un luogo di residenza per artisti, studiosi e pubblico. Uno spazio dedicato al pensiero, all’azione, alla sperimentazione e all’analisi di nuove traiettorie culturali. Una spinta dettata dalla necessità di tornare a prendersi cura dell’arte attraverso un indugiare contemplativo. Nel tempo del godimento immediato riproporre il valore dell’esperienza. Nel tempo dell’accelerazione ritornare alle radici, ai legami necessari.
Il progetto è realizzato in collaborazione con un prezioso gruppo di Volontari, al quale si può aderire contattando i recapiti che si trovano in fondo all’articolo.

Ricettività

L’Ostello Podesteria di Gombola è aperto anche alla ricettività per singoli, gruppi e associazioni, con la possibilità di attivare collaborazioni per workshop, laboratori, incontri.

La struttura ricettiva è divisa in tre distinte unità, la Podesteria, la Posta dei Cavalli e le ex Scuole (a Gombola Ponte, a 1 km dalla Podesteria). Al momento offre 21 posti letto in diverse camere dai 2 ai 10 posti letto, con bagni in comune, letti singoli e a castello, suddivise tra Podesteria e Poste dei Cavalli. Le ex Scuole al momento sono ancora in fase di allestimento e quando saranno disponibili offriranno ulteriori 25 posti letto. L’Ostello è attrezzato con una cucina professionale e può offrire a richiesta servizio di pensione completa comprensivo di colazione, pranzo e cena.

Gli spazi

Il “Progetto Gombola”, mette in relazione spazi diversi, quali l’Ostello Podesteria, l’Ex Chiesa Parrocchiale di San Michele, luogo disponibile per la fruizione di spettacoli, workshop e incontri, e tutta la rete di sentieri riscoperti, che saranno ripristinati, nominati e tracciati sulle mappe.

La residenza di VitaLab

Il primo appuntamento di questa nuova avventura del Teatro dei Venti si terrà a gennaio con la permanenza di VitaLab, centro per l’autismo di Reggio Emilia. Nel corso delle giornate a Gombola, gli operatori di VitaLab, in collaborazione con il regista Stefano Tè e con Marco Guerzoni, insegnante di yoga, proporranno una serie di attività teatrali e di socializzazione per ragazzi e famiglie. VitaLab mette in campo interventi che hanno l’obiettivo di garantire ad adolescenti e giovani adulti un miglioramento della qualità della vita, con un ampio e diversificato ventaglio di attività da svolgere negli orari e nei luoghi socialmente significativi per età e abilità individuali, assecondando i gusti e gli interessi personali, con il coinvolgimento delle famiglie. VitaLab promuove l’aggregazione e l’inclusione positiva nella società, supporta i ragazzi nelle sfide legate all’ingresso nel mondo del lavoro, in un’ottica di partecipazione, sostenibilità e condivisione.

Workshop residenziali

Il progetto prosegue con diversi workshop residenziali nel corso dell’anno: 8-9 febbraio Workshop sul clown con André Casaca (info e iscrizioni: info@teatrodeiventi.it); 29 febbraio-1 marzo Workshop di regia e drammaturgia per gli spazi urbani condotto da Stefano Tè (info e iscrizioni: info@teatrodeiventi.it); 7-8 marzo e 14-15 marzo Atelier del reale 2020, Workshop sul cinema documentario a cura di Voice Off Modena (info e iscrizioni: hello@voiceoff.it).

Nel mese di maggio l’antico borgo sarà abitato da Trasparenze Festival, con l’arrivo di artisti, studiosi, operatori e pubblico, per un’edizione che svilupperà il tema “Abitare Utopie”.

Ostello Podesteria di Gombola
Via Castello di Gombola, 16 – Gombola (Polinago, MO)
info@podesteriadigombola.it Tel. 345 3665537

Posted by Teatro dei Venti / Posted on 24 Dic
  • Gombola, Ostello Podesteria di Gombola, Workshop
  • Post Comments 0