Teatro dei Venti - MODENA

Follow Us on

Laboratori Trasparenze Stagione

Laboratori Trasparenze Stagione

Il nostro progetto formativo quest’anno si arricchisce con una serie di Laboratori tenuti dagli artisti ospiti di Trasparenze Stagione, un’occasione per approfondire tematiche e intuizioni artistiche di diversa natura e per arricchire le proprie conoscenze teatrali.

Ospiti del progetto saranno Tero Saarinen e Sini Länsivuori (Tero Saarinen Company), Alessandro Serra (Compagnia Teatropersona), Simone Perinelli e Isabella Rotolo (Leviedelfool), Mariano Dammacco (Piccola Compagnia Dammacco).

Primo appuntamento:

18 e 19 novembre
Tero Saarinen e Sini Länsivuori / Tero Saarinen Company
Workshop sulla tecnica e sul repertorio di Tero Saarinen

“II mio scopo è raggiungere uno stato di consapevolezza in cui anche la pelle è curiosa e viva.” (Tero Saarinen)

Il workshop è un’introduzione completa alla tecnica di movimento di Tero Saarinen, e consiste in una esplorazione profonda della filosofia olistica dello stile Saarinen, con esempi dal repertorio tratti dalle recenti creazioni del coreografo. La tecnica di Tero Saarinen, coreografo di fama internazionale, deriva dal risveglio dei sensi, riconoscendo il peso del proprio corpo e quindi sfruttando al massimo sia l’equilibrio sia la sua assenza. Questo stile fonde elementi provenienti dalle sue esperienze nel mondo del balletto e della danza contemporanea, e da una ampia gamma di tradizioni asiatiche. Il suo stile è stato definito “organico”, ”un mix creativo di grottesco e di bellezza” e “butoh con le ali”.
Il workshop intende attivare ogni cellula e ogni nervo del corpo, per essere completamente Consapevoli, Vigili e Attenti (Aware, Alert, Attentive) – presenti, sintonizzati e attivi a 360°. L’obiettivo è usare a pieno la conoscenza tecnica di ogni danzatore ed esplorare, liberare e nutrire ulteriormente il potenziale di ogni individuo.

Il workshop si rivolge a danzatori professionisti e semi-professionisti e ad attori con una buona competenza nel lavoro fisico.

Il danzatore e coreografo Tero Saarinen fonda la sua compagnia nel 1996 come cornice per il suo lavoro coreografico. Saarinen è famoso per il suo stile unico, originale che prende spunto dal balletto classico, dal Butoh e dalla danza contemporanea.
La compagnia ha sede a Helsinki e si esibisce spesso all’estero, con tournée che hanno toccato circa quaranta Paesi. Tra le sue attività gestisce inoltre un programma internazionale di insegnamento. È in residenza permanente presso l’Alexander Theatre di Helsinki.

Gli artisti ospiti

16 e 17 dicembre
Alessandro Serra / Compagnia Teatropersona
“Giocattoli”

“Un unico mistero: le persone e gli oggetti” (Robert Bresson)

I giocattoli sono oggetti costruiti per far giocare i bambini. Durante il gioco si sviluppa l’immaginazione e si costruiscono involucri di esperienza che riflettono nella fantascheria la vita vera. Non si recita, si agisce come se…
Trattando gli oggetti come giocattoli l’attore si riappropria di quel talento dimenticato: riprodurre e distillare la vita.

Alessandro Serra è direttore artistico e fondatore della Compagnia Teatropersona, crea i propri spettacoli attraverso un lavoro di ricerca teatrale fondato sulla centralità dell’attore e la composizione dell’immagine. Parallelamente al lavoro di ricerca, si occupa anche di pedagogia teatrale attraverso seminari e atelier creativi.

25, 27 e 28 gennaio
Simone Perinelli e Isabella Rotolo / Leviedelfool
“Il discorso di Yorick” – dell’ideologia e della corruttibilità della parola.

“La scomparsa”, “la dipartita”, “si è spento”, “ci ha lasciato”, “è mancato all’affetto dei suoi cari”, “i parenti piangono”, fino ai trapezismi di “è tornato alla pace del Signore”, “è terminata la giornata terrena” e così via. La parola morte ad indicare ciò che veramente è successo, non c’è mai. D’altronde il linguaggio è convenzione, e questo lo sanno bene i buffoni, funamboli del senso e della parola che riescono con il loro argomentare a far divenire il sasso più prezioso del diamante più puro.

Il laboratorio è condotto da Simone Perinelli e Isabella Rotolo de Leviedelfool, compagnia teatrale fondata nel 2010 a Roma. Leviedelfool è una struttura che vive del lavoro di Isabella Rotolo, dei progetti artistici di Simone Perinelli e della collaborazione con diversi artisti che lavorano alle singole produzioni della compagnia. Rappresenta i propri spettacoli in Italia e all’estero lavorando su drammaturgie originali e focalizzando il proprio percorso sui possibili nuovi linguaggi del teatro contemporaneo.

17 e 18 febbraio
Mariano Dammacco / Piccola Compagnia Dammacco
“Telepatia e matematica” – laboratorio di drammaturgia

Il laboratorio “Telepatia e matematica” è l’incontro tra un drammaturgo e le sue tecniche e ogni persona, con qualsivoglia percorso personale e professionale, interessata alla drammaturgia, ovvero al lavoro di creazione di un’opera drammatica. Il laboratorio prevede momenti di illustrazione e commento delle tecniche drammaturgiche di base, esercizi di composizione a opera dei partecipanti e un tempo per scambiarsi domande e risposte.

Il laboratorio sarà condotto da Mariano Dammacco, autore, attore e regista teatrale che porta avanti la sua esperienza artistica con la Piccola Compagnia Dammacco.

INFO E ISCRIZIONI

Scoprite tutta l’offerta formativa 2017/2018
https://goo.gl/TdqWDS

Teatro dei Venti
Via San Giovanni Bosco, 150
41121 Modena
059 7114312 – 389 7993351
info@teatrodeiventi.it

ISCRIVETEVI ALLA NEWSLETTER

Per restare aggiornati su spettacoli, formazione e progetti socio-culturali.

Posted by Teatro dei Venti / Posted on 06 set
  • artisti, Laboratori, Modena, Teatro dei Venti, Trasparenze, Workshop
  • Post Comments 0